SOUTHERN LEGION

SOUTHERN LEGION
Capitolo successore di Space Marine, generato dai Templari Neri. Il capitolo segue e rispetta il Codex Astartes, a differenza dei suoi progenitori. E' rinomato per essere specializzato in operazioni di purificazione e supporto. Alcuni rapporti dell'Inquisizione hanno segnalato forti picchi di fanatismo durante diverse campagne di liberazione. Si sono distinti particolarmente durante le campagne di Armageddon, Medusa V e Faaris IV.

MOTTO DEL CAPITOLO
Purifica l'empio, schiaccia l'eretico, brucia l'alieno! Rispettosi e fedeli al Sacro Imperatore, unica luce dell'Imperium, salvatore e protettore dell'umanità.

GRIDO DI BATTAGLIA
- Per la Legione!
- (rispondono) Morte al nemico!

FORTEZZA MONASTERO
La fortezza della legione si trova sul pianeta Pharseer V, nel Sub sector Yarin I. I legionari la chiamano in gergo "Campo Base". Realizzata su progetto dei Magli Imperiali è considerata inespugnabile, ma finora non è mai stata attaccata direttamente. Al suo  interno è custodito il seme genetico del capitolo.





ORGANIZZAZIONE
Il Capitolo non seleziona nuove reclute autonomamente, ma accetta volontari disposti a cimentarsi nel duro percorso formativo comune a tutte le reclute. Chi sopravvive viene addestrato al catechismo delle armi, alla purificazione xeno e alla venerazione del Sacro Imperatore e del Dio Macchina. Il feroce odio nei confronti delle razze xeno viene psicoindotto durante le ultime fasi d'addestramento, prima di ricevere il Grigio ed entrare a far parte della Decima Compagnia come Ranger.

DOTTRINA D'ATTACCO
I legionari sono specializzati nel combattimento urbano e nell'epurazione delle razze xeno. Utilizzano compagnie operative estremamente flessibili, capaci di adattarsi alla situazione e di colpire con estrema ferocia. Il capitolo vanta un vasto arsenale di veicoli corazzati e si vocifera che abbia forti legami con l'Inquisizione e i tecnopreti di Marte. Questo spiegherebbe il frequente utilizzo della Legio Titanica Mantis durante le campagne belliche di Medusa V e Faaris IV.

 Attuale schema colore della Southern Legion



LE ORIGINI
Le origini del capitolo della Southern Legion risalgono alla seconda fondazione. Durante il periodo immediatamente successivo alla guerra civile nota come Eresia di Horus. Quando il traditore Horus, Primarca dei Lupi Lunari, una delle venti Legioni in cui erano originariamente divisi gli Space Marine, fu ucciso e le sue forze ricacciate nell'Occhio del Terrore, Roboute Guilliman, Primarca della Legione Ultramarine, propose che le Legioni degli Space Marine fossero divise in forze più piccole (i Capitoli) e indipendenti, in modo che non fosse più possibile concentrare una grossa forza nelle mani di un singolo uomo. Rogal Dorn, Primarca dei Magli dell'Imperatore, si oppose alla decisione di Guillman, affermando che mai e poi mai avrebbe acconsentito a smembrare il suo esercito. Leman Russ, Primarca dei Lupi Siderali, e Vulkan, Primarca delle Salamandre, si schierarono a fianco di Dorn, Jagathai Khan, Primarca delle Furie Bianche, e Corax, Primarca della Guardia del Corvo, invece sostennero Guilliman. Le tensioni aumentarono. Dorn accusò di codardia Guillman, poiché le sue forze non avevano preso parte alla difesa del palazzo dell'Imperatore, il primarca degli Ultramarine accusò Dorn di essere un ribelle. Stava scoppiando un altro conflitto intestino all'Imperium, le cui conseguenze potevano essere simili a quelle dell'Eresia di Horus.
Alla fine il buon senso prevalse. Dorn acconsentì a scindere i Magli dell'Imperatore generando altri due capitoli: i Magli Scarlatti e i Templari Neri. Il comando di questi ultimi fu affidato a Sigismund.
I Templari Neri adottarono l'araldica di Sigismund e per provare la loro lealtà all'Imperatore e scagionare Dorn dalle ingiuste accuse che molti avevano mosso contro di lui, decisero di indire una crociata nel Suo nome e muovere contro i nemici dell'Umanità che, approfittando della momentanea debolezza dell'Imperium, avevano occupato molti pianeti di confine. La Crociata dei Templari Neri è stata definita "La Crociata Eterna" e dopo diecimila anni di guerre è ancora in corso, infatti tutti i successori di Sigsmund hanno rinnovato l'antico giuramento di portare guerra ai nemici dell'Imperium. Durante questo lungo periodo di guerre videro la luce numerosi capitoli di terza fondazione, tra i quali i Templari Bianchi e la Southern Legion, spesso chiamata semplicemente "La Legione", fondata dal leggendario Kaesar Lee.

II GUERRA di ARMAGEDDON
Sotto richiesta dei Templari Neri, la Southern Legion interviene nella II Guerra di Armageddon, schierandosi sul fronte orientale. Dopo sei grandi vittorie, viene sconfitta nella battaglia di Sagren e ripiega verso il formicio Aris. Difendendo la città, in un brutale scontro corpo a corpo con il Kapoguerra ZpakKaossa, della Waaagh Rombo Rozzo, il venerato Maestro del Capitolo Kaesar Lee crolla al suolo morente: il capitano della seconda compagnia Johannes Arianus insieme alle squadre Missouri, Lupi Grigi e Louisiana contrattacca immediatamente, offrendo una resistenza così brutale da venir ricordata come la Battaglia di Carnage e riuscendo a respingere l'orda Pelleverde oltre il ponte Orgoglio VII. In quattro giorni il formicaio Aris viene "purificato" dalla presenza xeno dai confratelli della Legione, che adottano per la prima volta le armature MK7 Aquila con mimetica cittadina. Il giovane Johannes guida la sua compagnia da una battaglia all'altra, da una vittoria all'altra, spinto da una determinazione e da un fanatismo senza eguali, che lo porteranno a conseguire tre allori imperiali e l'onorifica valorum sul campo. Seguono le battaglie delle Piane di Cenere, a fianco dei riveriti Templari Neri, e l'assedio di Galimus come forza di supporto agli Angeli Sanguinari, dove la II compagnia della Southern Legion viene raggiunta e rinforzata dalla quinta e dalla terza oramai decimata. Con i rinforzi giunge anche il valoroso Kaesar Lee, benedetto con un'armatura dreadnought che lo mantiene in vita dopo le terribili ferite subite al formicaio Aris. Proprio il saggio Lee convocherà le tre compagnie presenti, e nominerà Johannes Arianus nuovo Maestro Capitolare della Legione.

RIFONDAZIONE
Nei decenni sucessivi, conclusa la terribile guerra di Armageddon, Johannes riforma la Legione, plasmando le dottrine di battaglia, le strategie e il credo stesso del capitolo: vengono ripresi i vecchi valori degli antichi eserciti, la mimetica cittadina lascia il posto al C.8886 urbano, un colore più identificativo ed efficace, mentre gli spallacci diventano rossi, come il sangue dei confratelli morti e l'icona capitolare mantiene la croce blu del simbolo araldico di Lee, ma la inclina, trasformandola in una "x" sormontata da 13 stelle bianche (come i pianeti del sistema Yarin I, dove si trova il pianeta Pharseer V, base e fortezza della Legione). Viene introdotto il catechismo della purificazione xeno, cresce il legame con l'Adeptus Mechanicus e di conseguenza l'uso sempre più intensivo dei veicoli corazzati e delle sacre armi del capitolo, che trasformano in pochi anni i legionari in vere e proprie macchine da combattimento, spietati, determinati e ben supportati. Il Grande Maestro insiste nel volere compagnie indipendenti e polivalenti, capaci di fronteggiare qualunque minaccia nel sacro nome dell'Imperatore.

MEDUSA V
Qui la Southern Legion porta un contributo fondamentale: durante l'assalto delle legioni caotiche alla capitale di Articus, Johannes Arianus è generale in capo delle forze lealiste, fiancheggiato da altri capitoli di Space Marines e per la prima volta al fianco del Colonnello Konrad Von Lieber. Nonostante le perdite ingenti, il fronte resiste, fino a quando la battle barge della Southern Legion "Ira dell'Imperatore" riesce a bombardare con testate termiche le forze caotiche e a sbaragliarle sotto l'attacco combinato della Guardia Imperiale e degli Ultramarines. Il capitolo della Legione viene ringraziato e benedetto anche dalla Terra, e riconosciuto ufficialmente nella Sala degli Eroi. Seguono la campagna su Golgota I e quella su Isaar III, dove il Grande Maestro del Capitolo conosce il Lord Inquisitore Alexander Magnus, e la sorella guerriera del giglio bianco Maria Zephira, attualmente aggregata alla tattica Louisiana della V compagnia, per adempire ad un voto.

FAARIS IV: LA PRIMA GUERRA
Durante la Prima Guerra di Faaris IV la Southern Legion prende parte attiva nel conflitto, presidiando il settore Mineris e combattendo in numerose battaglie, riportando grandi vittorie nella difesa delle città formicaio Caesar Superior, Aurelia Primos e Paenumbra I. Il Gran Maestro del capitolo, Johannes Arianus prende parte alla campagna guidando i suoi confratelli personalmente, rincuorandoli di scontro in scontro, di vittoria in vittoria. La campagna viene vinta dalle forze lealiste.

LA SECONDA GUERRA
Durante la Seconda Guerra di Faaris IV la Southern Legion ha contrattacca gli Orks su Mecadon, riportando alcune significative vittorie e rafforzando le linee imperiali nel settore 5 Mineris e 8 Castrum Praetorio, dove attacca più volte il cannone Vangelo Imperiale, senza però riuscire a sfondare le linee dei Rinnegati. Un distaccamento corazzato prende parte alla battaglia per il formicaio di Paenumbra I, e grazie all'eroico sacrificio della squadra Missouri la città non cade. Durante l'assedio della capitale planetaria, nonostante le marce forzate d'avvicinamento (la forza combattente si stava spostando a Sud, per intercettare le forze Necron), non riesce a portare un aiuto concreto allo scontro, e questa onta brucia più del fuoco nelle vene di ogni legionario. La capitale cade, e per poco non viene perso il pianeta.
LA TERZA GUERRA
Con la Terza Guerra la Legione subisce pesanti sconfitte a causa dei Pelleverde di Turbomazza e Zdrumo. Nonostante il Grande Maestro ferisca in un epico combattimento il possente kapoguerra, è solo durante l'attacco ad Aurelia Primos che il capitolo può finalmente vendicarsi e redimersi, riconquistando insieme alla Vendergast, gli Angeli Assassini e all'VIII battaglione di Krieg la capitale planetaria.

2 commenti:

Sacro Tex ha detto...

Siete dei veri Genii.. diventerà il mio nuovo capitolo associato ai templari neri ! >.<

Sacro Tex ha detto...

una domanda, ma ogni squadra ha il proprio stendardo, xò avete fatto quello capitolare! se pensate di farne anche per le singole squadre nn vedo l'ora !!